castra cappotto termico

Cappotto termico? No problem!

Tutte le informazioni per una corretta coibentazione della tua casa.

CHIAMA SUBITO IL 0766 856578 O SCRIVI A INFO@CASTRA.IT
castra-cappotto-termico-web-2

Metti il cappotto e risparmia!

Vuoi migliorare al massimo l’isolamento termico della tua casa?

 

Vuoi risparmiare sull’energia della tua casa che grazie al cappotto termico smetterai di disperdere?

 

In questa pagina cercheremo di spiegare semplicemente cos’è e qual è la più efficiente tipologia di isolamento termico per la tua casa.

Incentivi fiscali

Prima di tutto una rapida panoramica delle normative che, dopo l’entrata in vigore del decreto legge 311 del dicembre 2006 e modifiche successive, regolano le incentivazioni fiscali a favore di chi effettua lavori di miglioramento energetico di edifici esistenti.

La realizzazione di un cappotto termico esterno, quindi rientra in tali interventi: informazioni più dettagliate sul sito di ENEA.
(Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile).

Cosa si intende per isolamento termico?

Per isolamento termico (o coibentazione termica) si intende tutti i sistemi e le operazioni per ridurre il flusso termico scambiato tra due zone con temperatura differenti. 

L’isolamento termico in edilizia è volto a contenere il calore all’interno degli edifici in inverno (per la protezione dal caldo estivo è più corretto parlare di “schermatura dal calore”).

L’applicazione di diversi strati isolanti, impiegati all’esterno o all’interno dell’edificio, garantisce quindi un isolamento sia termico che acustico assolutamente importante, con un risparmio energetico/economico elevato.

castra-cappotto-termico-web-3

Cappotto termico esterno

Per la coibentazione esterna di un edificio, a seconda degli obiettivi di efficienza energetica che si vogliono raggiungere, si possono usare “pannelli” di diverso spessore a seconda del materiale scelto.
Questi pannelli isolanti vengono applicati alle pareti con della colla e attraverso degli specifici sistemi di fissaggio. Successivamente il tutto viene poi ricoperto da una rasatura armata.

Alcune tipologie di pannelli possono essere montate ad una rete porta-intonaco per la finitura a malta tradizionale.
La scelta dei materiali isolanti offre una gamma molto ampia di possibilità: lana minerale, fibra di legno, sughero, schiume minerali, polistirene espanso sinterizzato (EPS), polistirene estruso (XPS), poliuretano e pannelli in Aerogel . Ogni materiale ha le proprie caratteristiche tecniche.

 

Analizziamo le due macrocategorie di materiali che si possono utilizzare per la coibentazione di un edificio:

castra-cappotto-termico-web-4

Materiali sintetici

Tra i più usati ci sono il polistirene, espanso o estruso (ESP e XPS), 

e il PVC. 

 

Questi materiali hanno un costo notevolmente inferiore rispetto a quelli naturali e hanno ottime caratteristiche isolanti.

Materiali naturali e minerali

Consistono in pannelli di origine naturale, come quelli in fibra di legno o vetro, sughero e lana di roccia. 

 

Questi materiali non solo sono ottimi isolanti termici, ma anche acustici. 

 

Tuttavia, possono essere molto costosi perché richiedono una lavorazione più lunga.

 

castra-cappotto-termico-web-5

Perchè scegliere Castra

Castra, a seconda del progetto e degli obiettivi energetici che hai in mente, saprà presentarti le migliori soluzioni, 
garantendoti la massima professionalità ed assistenza nei diversi processi di lavorazione.

• Materiali ed elementi certificati a livello Europeo (attestato di conformità ETA)
• Isolamento termico dell’edificio e schermatura contro l’umidità
• Risparmio sul consumo dei combustibili per il riscaldamento dell’edificio (dal 30% al 50%)
• La coibentazione di un edificio garantisce anche una maggiore durata dei materiali nel tempo

Processi di lavorazione realizzazione cappotto termico

Come prima cosa il fondo di supporto dei pannelli isolanti dovrà essere accuratamente pulito, eliminando e levigando le parti eventualmente danneggiate da muffe o altro.

A seconda poi del materiale con cui sono composti i pannelli isolanti, sintetici o naturali e minerali come fibra di legno o di vetro, si dovranno scegliere dei collanti rasanti di diverse caratteristiche.

In altre situazioni, che dipendono anche dall’altezza dell’edificio, da pareti già precedentemente intonacate e dal materiale dei pannelli isolanti (sughero o lana minerale che per le loro caratteristiche non garantiscono massima affidabilità con il solo processo dell’ incollaggio precedentemente descritto), si dovrà procedere con la chiodatura dei pannelli.

Questo processo meccanico di fissaggio garantisce un maggiore assorbimento della forza del vento e una maggiore stabilità anche contro altri eventi atmosferici, che con il passare del tempo, potrebbero provocare dei problemi di tenuta.

 

castra-cappotto-termico-web

Ultima fase: rasatura e intonaco

Dopo la posatura e fissaggio dei pannelli coibentati si potrà procedere con la rasatura tramite una malta rasante e successivo annegamento di una rete di armatura in fibra di vetro.

 

Ultimo passaggio, di importanza fondamentale per la sua funzione estetica ma soprattutto protettiva dell’intero sistema di coibentazione, è la finitura dell’edificio tramite la stesura di un primer che stabilizza il fondo prima della stesura dell’intonaco finale.

E’ fondamentale svolgere tutti i passaggi nella maniera più corretta per garantire al sistema di coibentazione la sua massima resa e durabilità nel tempo.

 

Scrivici per avere informazioni

Castra Srl, per veri appassionati di costruzioni

Vieni a trovarci

TARQUINIA
Via dello Stadio, 2
Tarquinia, VT 01016
Telefono: 0766 856578
CIVITAVECCHIA
Via Antonino Siligato
Civitavecchia, RM 00053
Telefono: 0766 561401